giovedì 19 aprile 2007

Giovani Ingegneri: come fanno a non sentirsi ingannati?!

[…]Si sentono tante storie di giovani frustrati, che non hanno un lavoro che li soddisfi, o che li faccia sentire “tranquilli”. Li capiamo. Tutti noi dobbiamo capirli e soprattutto dobbiamo aiutare questo Paese a sviluppare un mercato del lavoro più dinamico e trasparente, che dia delle vere, delle grandi opportunità. In questi giorni si parla di ammortizzatori sociali: finalmente. La flessibilità crescerà, ma un sistema di ”flexicurity” la renderebbe più accettabile. Ma questo significa anche puntare sulla qualità: la qualità della formazione è la chiave della crescita dei singoli e di tutto il Paese. Per alcune lauree, come ingegneria e chimica, l’offerta di lavoro supera il numero dei laureati disponibili. […]

Tratto da Il Messaggero oppure Cambiamondo.

Per alcune lauree, come ingegneria e chimica, l’offerta di lavoro supera il numero dei laureati disponibili ??? Possibile?!

Io non mi ero accorto di esser cosi tanto richiesto. Sono cosi richiesto da essere ancora disoccupato nonostante mi sia laureato ben 4 anni fa (ora ho 29 anni ) e nonostante abbia già tante esperienze co.co.pro. alla spalle. Eppure siamo i più richiesti, l’offerta supera il numero dei laureati disponibili. Allora qual è il problema?

Quando vado alle agenzie di somministrazione e selezione la risposta è sempre la stessa: “Ingegneri, mi spiace, ma qui non li cerchiamo”, “Ho una pila piena di curriculum di ingegneri,ma noi cerchiamo solo saldatori tig e cablatori”, “Vede noi potremmo anche assumerla,ma in verità noi cerchiamo semplici svitabulloni”.

La verità è che siamo stati ingannati e continuano ad ingannarci ogni giorno che passa.
Che senso ha fare anni di sacrifici per prendersi una laurea se poi non è richiesta da nessuno??
Be certo, ti devi spostare. Peccato che io l’abbia fatto,ma non è servito a niente. E non sono servite a nulla neppure le tante esperienze lavorative che ho fatto. Paradossalmente riuscivo a trovare lavoro più prima, quando ero neo-laureato e senza esperienza, che ora. Adesso è diventato proprio impossibile.

Ho lavorato in largo e in lungo per l’Italia, sempre per “contrattini” da 4 soldi.

Ma chi me l’ha fatto fare di fare l’ingegnere?!

Per lavorare devi spostarti a centinaia di km da casa e sgobbare fino alle 8 la sera. Tutto questo per 1000 euro al mese. Ma perché complicarsi la vita? Bastava aprirsi un bar sotto casa per guadagnare molto di più e vivere felice. Peccato che dopo il patrimonio speso per l’università tutto ciò non è più possibile..

26 commenti:

Anonimo ha detto...

"Paradossalmente riuscivo a trovare lavoro più prima, quando ero neo-laureato e senza esperienza, che ora. Adesso è diventato proprio impossibile."

E' logico, in italia servono tanti ingegneri neo-laureti per farli lavorare come periti esperti e pagarli la meta.
Ma che fine fanno poi quando smettono di essere neo-laureati?!?

Anonimo ha detto...

Se in un anno offrono 2 contratti a 4-6 mesi è come se ci fossero 3-2 richieste all'anno di ingegneri, ma alla fine solo uno al massimo risulta impiegato tutto l'anno.

Io mi sono sentito derubato degli anni della laurea e dei sacrifici; ho fatto una vita da formica, studiando ed imparando anche oltre quello che mi veniva trasmesso all'università, ma evidentemente la selezione universitaria non collimava con quella operata dalle imprese. Cercavano altro e cercavano di meglio.

Mr. Turbo ha detto...

"Se in un anno offrono 2 contratti a 4-6 mesi è come se ci fossero 3-2 richieste all'anno di ingegneri, ma alla fine solo uno al massimo risulta impiegato tutto l'anno."

Molto probabilmente è cosi che escono fuori le statistiche completamente sballate che ci rifilano ogni giorno.

Non trovo altre spiegazioni.

riellox ha detto...

Non passa giorno in cui non mi do del coglione per la scelta fatta 10 anni fa (quasi).
Ho 28 anni e nessuna voglia di fare l'ingegnere.
X fortuna che ho vinto due concorsi pubblici

Mr. Turbo ha detto...

Beato te ;-)

Anonimo ha detto...

"Ho 28 anni e nessuna voglia di fare l'ingegnere."

Con gli stipendi da fame che danno te la fanno passare la voglia...

Poi si lamentano che tutti vogliono fare i presentatori Tv...

Anonimo ha detto...

In Lombardia le occasioni non mancano a detta delle imprese:

http://www.borsalavorolombardia.net/portal/page?_pageid=67,75832&_dad=portal&_schema=PORTAL&type=notizia&id=1869&pList=83

mancano 3700 ingegneri .
E ancora:
http://lavoro.economia.alice.it/itinerari/547_ingegneri.html

A me deve essere andata molto male, non avevo la famiglia dietro a consentirmi master o stage a 250 euro al mese per cui comunque mi scartavano a vista, però partivo da buone basi, peccato che l'U.N.S.C. abbia deciso che erano arrivati i 27 anni e dovevo saltare altri 10 mesi.
Che disdetta !

Le università fanno ricerche statistiche accurate,
http://www.buonenotizie.it/asp/articolo_dettaglio.asp?ArticoloID=1298
di solito a 3 anni dalla laurea, a volte a 5.
Per i 3 non mi ha contattato nessuno, per i 5 aspetterò .

Mr. Turbo ha detto...

Sono annunci finti.
Li mettono anche dalle mie parti (qui in Abruzzo).
Ogni anno c'è Fater o Micron che fanno scrivere sui giornali che vogliono assumere 300 o 400 ingegneri (o laureati),ma poi è tutto falso.
Qualche volta le fanno sul serio le selezioni,ma alla fine nn prendono mai nessuno.

Ormai ho imparato a riconoscere le truffe al primo colpo:-)

Se davvero mancavano 3700 ingegneri mi avrebbero già chiamato.
Cosa stanno aspettando?!?

E' l'ennesima beffa contro i laureati disoccupati......

Anonimo ha detto...

Verissimo. Quegli annunci sono tutti falsi. In realtà non cercano nessuno.
Stanno daccordo con i giornali.
Nel senso che spesso lo fanno per vendere i giornali.
E' una pratica vecchia come il cucco.

Roberto Di Capestrano ha detto...

Per MrTurbo:

"Ogni anno c'è Fater o Micron che fanno scrivere sui giornali che vogliono assumere 300 o 400 ingegneri (o laureati),ma poi è tutto falso."

Quelli di fater sono dei buffoni, ormai li conoscono tutti!!

Silvio80 ha detto...

"In Lombardia le occasioni non mancano a detta delle imprese"

Caro Anonimo, dei tre articoli che hai messo solo il primo è aggiornato.

Il secondo è del 19 maggio 2005.

Il terzo è del 26 giugno 2006.

Il secondo è adirittura del 2005!!!!

Dati proprio freschi freschi:-D

Anche nel 1970 gli ingegneri erano molto richiesti, ma non serve a niente ricordarcelo.

Anonimo ha detto...

Sono tutti dati vecchi in tutti e tre i casi.

Se leggi bene, anche quelli del primo articolo fanno riferimento al 2005. Peccato che ora siamo nel 2007 e le cose siano un "pochino" peggiorate.

Anonimo ha detto...

Vogliono solo venderci fumo..

Anonimo ha detto...

Sono l'anonimo, ma so come vanno queste cose, e la mia era solo ironia ....

soprattutto essendomi laureato quasi 4 anni fa, avrei potuto mettervi anche un articolo del 2003 in cui si scriveva che la laurea più richiesta era comunque quella in ingegneria ( non diversificata ) anche in piena crisi : quindi che siano poco aggiornati gli articoli poco importa.
Così come nel '96 quando entrai all'università dicevano che il 92% degli ingegneri trovava lavoro ( non diversificato ? ) stabile entro 3 anni, lo dicono anche ora e lo dicevano pure nel 2003.
Non sarà il 92%, sarà il 90% o il 96%, fatto sta che un lavoro stabile ce l'ha anche chi con la laurea di 5 anni in ingegneria, l'ingegnere non lo fa proprio.
Quindi i risultati della loro ricerca statistica sono indecifrabili.

Le università "forse" pilotano le ricerche, dopotutto hanno bisogno delle rette degli studenti e di meno ritiri possibili, ormai si andrà sempre più avanti a compitini ed esami passatutto senza orali ....

... e alle imprese servono oggettivamente pochi ingegneri per fare gli ingegneri, e dei tecnici per fare i periti.

Quindi siamo di fronte d un doppio inganno, prima l'università e poi le imprese.

++++
Il mio è comunque il pensiero di un pessimista che tirato i remi in barca, se non avessi avuto quei contrattempi e avessi avuto la famiglia dietro, avrei potuto fare l'impiegato tecnico.

+++
Mr Turbo:
Qualche volta le fanno sul serio le selezioni,ma alla fine nn prendono mai nessuno.

Magari servono ad inserire i figli e gli amici, si fa così anche qui al Nord.

Anonimo ha detto...

Domanda :
"Ogni anno c'è Fater o Micron che fanno scrivere sui giornali che vogliono assumere 300 o 400 ingegneri (o laureati),ma poi è tutto falso.
Qualche volta le fanno sul serio le selezioni,ma alla fine nn prendono mai nessuno. "

Quindi le 500 assunzioni ( di ingegneri !!! ) di STMicro..
per il polo di Catania sono probabilmente molte di meno ? Lo stesso per Nokia sempre a Catania ?

Mr. Turbo ha detto...

Non lo so, non posso sapere tutto.
Ti dico di Micron.
Ci lavorano forse più di 1000 ingegneri, quindi qualcuno l'avranno assunto davvero.
Il problema è che ne assumono uno su 100 (di quelli che escono a l'aquila) e gli altri restano per strada.

Mica possiamo mandarli a zappare?

Anonimo ha detto...

Per la Micron è bello avere un grande bacino di neo-ingegneri tra cui pescare però si tratta pur sempre di esseri umani e non di un cesto di frutta...

Mr. Turbo ha detto...

Verissimo.

Aggiungo un altra cosa.
Anch'io mi sono laureato 4 anni fa (nel 2003) e posso giurare che in quel periodo era tutto diverso.
Il lavoro si trovava, precario ovviamente, ma almeno si trovava.

Sono riuscito a lavorare per più di due anni senza problemi in quel periodo. Adesso però la situazione è peggiorata mostruosamente.

Anonimo ha detto...

Mafia, corruzione, inciuci....
lasciate perdere Micron per favore!!

Anonimo ha detto...

In Italia esiste davvero la pratica di sbattere in prima pagina frasi del tipo "cercasi 800 ingegneri a Bari", solo per vendere i giornali.

Io stesso ci sono cascato un infinita di volte. Bisogna stare attenti.

riellox ha detto...

Mr Turbo sei di Pescara? Anch'io cerco lavoro da quelle parti.
L'anno scorso ho lavorato in quel baraccone decadente della Denso (SSalvo)
Cosa fai Mr Turbo adesso?

Mr. Turbo ha detto...

Niente. Sono disoccupato.
La Denso purtroppo non sta in un buon periodo attualmente.
Le aziende che assumono di più sono la Sevel (Fiat), la Honda, la Honeywell e la Micron,ma chiaramente non ce la fanno ad assorbire tutte le centinaia di ingegneri che escono ogni anno dall'università..

Mr. Turbo ha detto...

Guarda cosa faccio per ingannare il tempo:-)
Video

Anonimo ha detto...

Forza e coraggio ingegneri, non arrendetevi mai!!!

Anonimo ha detto...

Sono un Ingegnere disoccupato da 2 anni.Condivido i vostri commenti
e vorrei che questo blog fosse fatto conoscere a quegli studenti spovveduti in procinto
di iscriversi all'università e ke finiranno come me a spendere un mucchio di soldi
per poi restare disoccupati;aumentano,infatti, le sedi universitarie(vedi Bergamo una facoltà nuova ogni anno)
per spillare soldi agli studenti, mentre il mercato del lavoro si rerstringe sempre più.
Per la mia esperienza, se potessi tornare indietro, sicuramente non farei l'università e inizierei subito a lavorare
appena diplomato.
In bocca al lupo a tutti

Mr. Turbo ha detto...

Crepi il lupo.
Cmq sono daccordissimo con te su tutto.
Hai capito esattamente il senso di questo blog.
Stiamo facendo di tutto per pubblicizzarlo e diffonderlo e a quanto pare i risultati stanno arrivando.
E' una piccola consolazione..