lunedì 23 aprile 2007

Meglio meno disoccupati o meno disoccupate?

Due illustri professori, Andrea Ichino e Alberto Alesina, hanno recentemente avanzato un bizzarra proposta del tipo: "alziamo le tasse agli uomini e abbassiamole alle donne".
In molti si saranno accorti di come questa proposta sia, oltre che un pochino sessista, anche inopportuna in un momento in cui il mercato del lavoro è in forte difficoltà per tutti.

Il mercato del lavoro italiano è già abbastanza strano di suo. C'è la Hunziker che guadagna un milione di euro per presentare canzonette a Sanremo.. contemporaneamente ci sono moltissimi ingegneri disoccupati o precari che faticano ad arrivare alla fine del mese. Queste sono le vere assurdità. Le differenze di stipendio tra uomini e donne che fanno lo stesso lavoro, alla fin fine, sono minime e al confronto con le ingiustizie vere sono insignificanti.

Aggiungo anche un'altra cosa.

E’ stato confermato da diversi studi come le donne ricche tendano, in genere, a sposare uomini ancora più ricchi di loro. Cioè a "marry up", come dicono gli americani, sposarsi esclusivamente con uomini più ricchi.
Secondo questo principio le donne, per loro natura, saranno sempre più “povere” del loro compagno.
Se una donna manager guadagna 30.000 euro l’anno, il suo compagno ne guadagnerà probabilmente 40.000.
Se una donna in carriera guadagna 20.000 euro l’anno, il suo compagno ne guadagnerà probabilmente 25.000.
Se una donna neolaureata guadagna 15.000 euro l’anno, il suo compagno ne guadagnerà probabilmente 20.000.

Se un uomo guadagna 15.000 euro l’anno ( o peggio ancora è disoccupato ) probabilmente non avrà una compagna ne tantomeno potrà mai metter su famiglia.

Secondo il meccanismo del “marry up”, andando avanti cosi, aumenteranno sempre di più le differenze tra i ricchi e i poveri. Se prima c’erano le famiglie ricche e le famiglie povere, ora ci sono le famiglie ricche e i poveri senza nessuno.
Dove andremo a finire?!

Forse finiremo come in Svezia

11 commenti:

Anonimo ha detto...

Molto meglio meno disoccupati......

Anonimo ha detto...

Meglio che lavorano tutti e tutte,ma mi sa tanto che non è possibile :-(

Anonimo ha detto...

--Se una donna neolaureata guadagna 15.000 euro l’anno, il suo compagno ne guadagnerà probabilmente 20.000.--

Il discorso è interessante.

Significa che quando vediamo due giovani neolaureati ( un maschio e una femmina ) che guadagnano entrambi 1000 euro al mese, la ragazza potrà contare su altri 1500 euro forniti dal marito,mentre il ragazzo oltre le sue 1000 non potrà contare su null'altro!!

RAZZO ha detto...

Il discorso è interessante,ma molto contorto.
Vediamo se ho ben capito.

Apparentemente questi ragazzi prendono entrambi 1000 euro al mese,ma mentre la donna ha anche lo stipendio del marito, l'uomo non ha null'altro.
Volendo aiutare uno dei due con degli incentivi converrebbe certamente aiutare il maschio ( di modo che possa metter su famiglia anche lui ),anche perchè, aiutare la donna significherebbe aiutare la categoria sociale più forte e ricca...

E' cosi?
Ho ben capito?!

Anonimo ha detto...

Si.

Se una donna di 32 anni prende 1000 euro al mese probabilmente sarà una donna benestante con già famiglia e figli.

Se un uomo di 32 anni prende 1000 euro al mese probabilmente sarà un uomo solo e senza figli, che ogni mese deve combattere da solo contro gli affitti e le bollette!!

angela padrone ha detto...

1) Ma che c'entra la Hunziker!? Vi perseguita proprio...!
2) Questo ragionamento delle donne che contano su un altro stipendio e gli uomini no, è di un sessismo che neanche negli anni Cinquanta...
3) La percentuale di donne che lavora in Italia è ridicola rispetto a tutti gli altri paesi europei. Comunque il discorso è lungo e, per fortuna, complesso. Vi invito a leggere il mio blog www.angelapadrone.blogspot.com dove ho cominciato ad affrontarlo, e anche, volendo, www.unavitainpiu.blogspot.com
poi ne possiamo riparlare
a.

Anonimo ha detto...

se una donna è più capace di un uomo non vedo dove sta il problema.
E poi è sempre esisito il fenomeno delle belloccione (magari disposte a tutto!) che si sposano il ricco pollastro da spennare ma quasi mai il contrario. Ci sono state operaie belle che hanno sposato il figlio del padrone modello Cenerentola ma il caso contrario, l'operaio belloccio che si sposa l'ereditiera, è MOOOOOOOOOOOOLTO RARO

Anonimo ha detto...

Un maschio deve sempre stare sopra la femmina e questo non vale solo al letto! Ma anche per lo stipendio.
Del resto non ho mai visto una donna che non voglia essere femmina in ogni dettaglio.

Anonimo ha detto...

"Questo ragionamento delle donne che contano su un altro stipendio e gli uomini no, è di un sessismo che neanche negli anni Cinquanta..."

Si, certo, è brutto, però purtroppo è cosi...

Anonimo ha detto...

Noi maschietti in caso di necessità non possiamo neanche prostiturici!!!

E' un mondo ingiustissimo questo!!!!!!!!

RUTTONE ha detto...

"Ci sono state operaie belle che hanno sposato il figlio del padrone modello Cenerentola ma il caso contrario, l'operaio belloccio che si sposa l'ereditiera, è MOOOOOOOOOOOOLTO RARO"

Ancora con questa storia di Cenerentola??
Ma non vi siete ancora accorti che la vita non è una favola??

Qui è tutto uno schifo, è tutto squallidissimo.

APRITE GLI OCCHI!!!